bio

Biography

Born in Voghera (PV) in 1979 and currently living in Cortona (AR), he attended several courses in photography between Arezzo and Perugia before moving to Milan in 2003. There, he studied photography at the R. Bauer Institute in Milan, where he specialized in the following year and began working in the field of fashion. In 2011 he moved to New York City, working between both the United States and Europe. While working in fashion photography, he continued to pursue his personal creative work, which has been shown at the Milan Triennial, with the project “Behind Bars,” he had a solo exhibition at the University of Georgia, Athens, with the work “Shining Puddles,” and he participated in the international exhibition, “Blog on Arthur Rimbaud,” at the Castle of Rivara (TO) with the work” Loss of Sense.” Additionally, he took part in the collective Which Venice?/Quale Venezia? at the Fondazione Bevilacqua La Masa. In the past five years, Pier Nicola Bruno has focused on the concept of non-place, place in carrying out his constantly evolving personal work.

Biografia

Nato a Voghera (PV) nel 1979 e attualmente residente a Cortona (AR), frequenta diversi corsi di fotografia tra Arezzo e Perugia per poi trasferirsi a Milano nel 2003. Lì studia fotografia presso l’istituto R. Bauer di Milano, dove si specializza l’anno successivo e inizia a lavorare nel campo della moda. Nel 2011 si trasferisce a New York City, lavorando tra Stati Uniti e Europa. Parallelamente alla fotografia di moda, coltiva da sempre le sue ricerche personali, le quali si concretizzano nell’esposizione alla Triennale di Milano con il progetto “Dietro le sbarre” , nella mostra personale alla UGA di Athens (GA) con il lavoro “Shining Puddles” , nella partecipazione alla rassegna internazionale “Blog on Arthur Rimbaud” presso il castello di Rivara (TO) con il lavoro “Perdita del senso” . Tra le altre, partecipa poi alla collettiva Which Venice?/Quale Venezia? Presso la Fondazione Bevilacqua La Masa. Negli ultimi cinque anni Pier Nicola Bruno si concentra sul concetto di luogo-non luogo, portando avanti una ricerca personale in continua evoluzione.